Duomo di Pisa

Il Duomo di Pisa, o Duomo di Santa Maria Assunta, è la cattedrale medievale di Pisa, un vero capolavoro del romanico-pisano, e nella sua maestosità simboleggiava ed era testimonianza del prestigio e della ricchezza raggiunta dalla Repubblica Marinara di Pisa nel suo momento più alto.

duomo di pisa 1 (1)La sua edificazione ebbe inizio nel 1063 in un’area esterna alla cinta muraria a testimonianza del mancato bisogno di protezione, mentre la consacrazione avvenne nel 1118. Gli elementi stilistici differenti che la contaddistinguono testimoniano i numerosi scambi culturali e commerciali di cui la città era protagonista, tanto è che alcuni particolari costruttivi sono di spiccato senso bizantino e arabo.

– Link a Piazza dei Miracoli

L’edificio fu ampliato a più riprese nel corso dei secoli, subendo anche numerosi restauri, il più importante dopo il 1595 a causa di un incendio che distrusse quasi completamente il Duomo.

duomo di pisa 1 (2)Originariamente a croce greca, attualmente è a croce latina con cinque navate alle quasi si aggiungono le tre del transetto, e i già citati stimoli islamici ci portano la cupola dalla curiosa forma ellittica e il matroneo.

L’esterno si presenta ricco e decorato, con arcate cieche decorative e una facciata in marmo grigio e bianco decorata con inserti colorati, nella quale quattro ordini di loggette sormontano le tre famose porte bronzee costruite da artisti fiorentini, di fattura piuttosto recente rispetto alla facciata perchè basti pensare che un tempo il vero accesso al Duomo era situato nel transetto in quanto li arrivava un’antica via.

duomo di pisa 1 (4)L’interno è altrettanto appariscente, con un’alternanza di marmi bianchi e neri, colonne di marmo grigio sormontate da capitelli corinzi, e un soffitto a cassettoni dorati del ‘600 decisamente bello ed appariscente.

duomo di pisa 1 (3)Per quanto riguarda l’interno è importante ricordare l’incendio di fine 1500 che portò alla quasi completa distruzione di tutto quello che era presente in precedenza, lasciandoci impoveriti di un importante patrimonio culturale del quale ci rimangono solo due principali particolari; il grande mosaico absidale, parte del quale venne realizzato dallo stesso Cimabue, e il pulpito di Nicola Pisano, un autentico capolavoro artistico che fu incredibilmente smontato nel corso del 1800, e riassemblato solo nel 1926 con purtroppo alcune parti mancanti. (Basti pensare che non si è sicuri che vi fosse presente o no una scalinata).

duomo di pisa 1 (6)A completare il grandioso effetto di maestosità contribuiscono anche i numerosi affreschi presenti, le decorazioni e le grandi tele della zona absidale che narrano episodi biblici.

Insieme al Duomo di Firenze e a quello di Siena costituiva il trittico delle più grandi e maestose chiese della Toscana, simboleggianti l’enorme valore e prestigio che queste città erano state in grado di ottenere nel corso dei secoli.

– Link alla Torre di Pisa

Precedente Piazza dei Miracoli - Pisa Successivo Tornano in Sardegna i bronzetti nuragici