Intimissimi On Ice 2017, la nostra esperienza

Intimissimi On Ice 2017 – A Legend of Beauty

Ne abbiamo tanto parlato, forse troppo, l’abbiamo visto in televisione, su internet, e finalmente quest’anno ce l’abbiamo fatta! Ricordo ancora quando ho cliccato su “acquista” e già immaginavo che sarebbe stato fantastico, ma in realtà lo è stato ancora di più!

Tutto organizzato alla perfezione, partenza di primo pomeriggio ed arrivo ore 16 presso una struttura che avevamo prenotato appositamente per pernottare in città a pochi passi dall’Arena di Verona, sede dello spettacolo. Veloce spuntino e poi di corsa verso un’Arena già piena di gente a due ore dall’inizio.

Freddo ma non troppo, riscaldati dal calore umano delle persone che sempre più ci spingevano e ci schiacciavano per prendere posto, e dopo ancora un pò di attesa ecco l’inizio!

A pensarci ora, onestamente non ce l’aspettavamo così, un vero e proprio spettacolo in tutti i sensi, l’unione di scenografie, luci, musica, ballo e pattinaggio su ghiaccio hanno creato un “unico” davvero sorprendente.

Lo spettacolo era suddiviso in scene, ognuna con una sua tematica, ognuna con pattinatori e scenografie diverse, scenografie non date da qualcosa di fisico, ma da proiettori che illuminavano la pista con colori e forme di ogni tipo.

Le musiche, i suoni, il canto dei tenori tra cui il grande Andrea Bocelli, i pattinatori Stéphane Lambiel e Evgeni Plushenko, tutto creava uno spettacolo che ci ha tenuti incollati al nostro scomodo posto.

Sinceramente vorrei scrivere altro di questo spettacolo, le mie impressioni, i miei pensieri, ma non riesco. Tutto è così bello e vivido nei miei ricordi, e non posso che consigliarvi di andarci voi stessi.

Finito tutto ci siamo volentieri concessi un giro notturno per il centro di Verona, a sua volta gremito di persone presenti all’evento. Un centro che visto di giorno ci ha lasciato una bellissima impressione, la sera invece è ancora più scenografico, una degna quinta per la bellissima Arena.

Dopo la notte trascorsa nell’appartamento affittato per l’occasione ed una veloce colazione abbiamo rifatto un giro per le vie che la sera prima hanno accompagnato i nostri passi sognanti e inebriati da musica, luci e danza su ghiaccio.

P.S. costumi disegnati da Chiara Ferragli, la nota Blogger 😉

Back To Homepage

Precedente Bilancio 2017 presenze nei musei Successivo Mostre 2018, un anno di cultura