Settimana bianca, si ma dove?

Più che settimana bianca, che ormai sembra passata di moda, parliamo qui di week-end sulla neve, sintomo anche questo di un turismo itinerante, volto a sfruttare le diverse occasioni che i ponti, o i singoli giorni di ferie ci offrono.

settimana bianca

Quest’anno siamo forse un po’ più sfortunati del solito per quanto riguarda le condizioni meteo,  l’alta pressione presente ormai da quasi due mesi impedisce di fatto l’arrivo o la formazione di perturbazioni, e di conseguenza di precipitazioni nevose sull’arco alpino.

A poco serve l’innevamento artificiale, che causa alte temperature riesce solo a garantire l’apertura delle piste più grandi e famose dei comprensori sciistici principali, ma ci lasciano comunque un panorama quasi estivo ma senza traccia di neve.

settimana bianca (2)

I primi dati infatti già ci mostrano un netto calo di ogni tipo di presenza, a vantaggio forse di terme ed hotel che riescono ad offrire percorsi di relax alternativi alla neve ed allo sci. Forse solo le prossime nevicate previste con l’inizio dell’anno nuovo potranno migliorare un po’ la situazione sciistica attuale.

Intanto, mentre in Piemonte si parla già di aprire un tavolo di crisi per i gestori degli impianti invernali, sia che essi siano di sci di fondo o di discesa, altri propongono già di allungare le vacanze di carnevale per permettere di recuperare le ingenti perdite del periodo.

settimana bianca (1)

In ogni caso paiono invece in aumento le presenze di turisti orientali interessati ad un turismo itinerante di non più di tre giorni per ogni località visitata, volto non tanto alla permanenza in un singolo luogo, quanto alla scoperta di più zone ed itinerari, accompagnati dalla cultura locale in quanto a cibo e tradizioni.

In attesa quindi di una ripresa e di un miglioramento delle condizioni meteo (o peggioramento nel nostro caso), in internet già fioccano offerte a prezzo stracciato per le più varie località invernali, e forse è il caso di cogliere l’occasione ora visti anche i due ponti che ci aspettano, piuttosto che aspettare e magari veder tornare a salire i costi.

settimana bianca (5)

Resta comunque il fatto che questo tipo di vacanza, di evasione dalla vita lavorativa, abbia risentito più di tutte dell’effetto della crisi, e che dati alla mano la gente ha preferito rinunciare alla settimana di vacanza invernale a vantaggio delle più classiche ferie estive, sempre gradite.

One thought on “Settimana bianca, si ma dove?